Undicesima lezione Antropopoiesi

Con qualche giorno di ritardo ecco l’undicesima #pilloladiantropologia
Questa settimana si parla di antropopoiesi e mode antropopoietiche, ovvero come noi animali umani non accettiamo il corpo biologico nudo e lo modifichiamo con ogni mezzo possibile, ogni materiale è buono per modellare,
trasformare, cambiare il CORPO:
vestiti, monili, piercing, crani schiacciati, piedi ridotti, toraci assottigliati, limatura, avulsione dei denti, perforamento e inserimento nel corpo di oggetti esterni, tatuaggi, tagli profondi e inserimento di sostanze, cicatrici che producono disegni, l’elenco potrebbe essere infinito.
A quanto pare le società umane si rifiutano di accettare il corpo così com’è, la moda antropopoietica è una delle attività che maggiormente qualifica la cultura umana oltre a quella abitativa-ecologica, culturale e religiosa
Le mode hanno a che fare con l’apparenza, sono
antropopoietiche perché il presupposto è che ciò che si fa
sull’apparenza decide in buona parte la sostanza Succede perché la sostanza è già nell’apparenza e l’apparenza si
carica di significati importanti e decisivi tali da divenire essa
stessa sostanza.
Buona visione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...