Pillola di antropologia- dis-integrati

Oggi la #pilloladiantropologia parla del libricino che ho appena pubblicato per nottetempo, Dis-integrati: Migrazioni ai tempi della pandemia, che vi ricordo potete scaricare gratuitamente.
Ieri 21-5-2020 è stata una giornata importante e sono molto felice che sia riuscito lo sciopero dei braccianti, è iniziato un percorso che ci riguarda tutti!

La pandemia da Covid-19 ha allontanato l’opinione pubblica dal tema dei migranti, ma non per questo la situazione è migliorata. Decine di migliaia di persone sono costrette ad attraversare mari e frontiere per arrivare in Europa trovandosi in situazioni di rischio costante, compreso quello di contagio da Covid. Tutto questo per avere la possibilità di seguire i propri desideri o per fuggire da una quotidianità insostenibile. In Dis-integrati l’intenzione è duplice. Da un lato riportare gli attuali fenomeni migratori alla loro concretezza, dando nome e cognome a chi vi partecipa, tenendo lo sguardo fisso sulle persone e le storie di chi attraversa mari e deserti per un futuro migliore. Dall’altro ricordare che la migrazione è un fenomeno radicato nella storia di ogni cultura e nazione, per allontanare i sogni identitari dannosi e violenti. Transculturalità e interazione sono le parole con cui smontare il mito profondamente colonialista dell’integrazione dell’Altro, aprendo a un futuro in armonia col meticciato universale.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...