info e contatti

contatti- andreastaid@gmail.com

 

Andrea Staid è antropologo ed editor, docente di antropologia culturale e di antropologia visuale alla NABA di Milano. Il suo percorso di ricerca ha interessi traversali relativi ai processi di gentrification, ruolo del museo e dell’istituto culturale pubblico e privato, nonché sui fenomeni di autorganizzazione e modellizzazione della autorappresentazione, Svolge attività di ricerca tra Italia, Francia, Spagna, Grecia e Germania nel mondo dei migranti e dei rifugiati politici. Per 8 anni ha svolto ricerca sul campo intervistando decine di migranti, con un focus particolare su il cambiamento delle metropoli contemporanee, negli ultimi anni si è occupato specificatamente dell’abitare marginale e informale in Occidente, ma non solo ha partecipato attivamente a PIGS/metropoliz sull’interazione tra occupanti/residenti e museo d’arte contemporanea, incluso una osservazione e analisi sulla comunicazione metropoliz/maam e la sua apertura all’esterno con visite guidate. Ha curato (con altri) la rassegna internazionale P.I.G.S. che si è svolta ad Atene(accademia di belle arti e nosotros), Barcelona(Agora Huan Andres Benitez/Ars Santa Monica/Reial Cercle Artistic), Roma Spazio Arte dell’Auditorium Parco della musica e Metropoliz/Maam, Lisboa (BOAGS) un lavoro per capire danni della gentrifications nelle metropoli Europee. Oltre al lavoro di campo tra i migranti ha svolto lavoro etnografico tra Laos-Vietnam-ThailandiaCina-Mongolia-Nepal-India e Birmania con particolare interesse per le culture indigene Tzao e Hmong. Il suo lavoro sulle società indigene senza stato lo ha portato a insegnare in un corso all’Università di Alicante come teacher workshop insieme ad altri antropologi, tra i quali Mbuyi Kabunda Badi e James C. Scott.

http://www.antropologiapolitica.org/participantes.php

Dal 2016 direttore della collana biblioteca/antropologia Meltemi. Dal 2013 docente a contratto presso varie università pubbliche e private in Italia. Dal 2008 al 2016 redattore di Elèuthera editrice dal 2011 editor e direttore commerciale di Elèuthera. Dal 2013 al 2017 è stato ospite presso i più importanti festival di antropologia, letteratura e filosofia italiani, come i Dialoghi sull’uomo di Pistoia, Marina cafè noir di Cagliari, Il Salone internazionale del libro di Torino, festival Caffeina di Viterbo, La Biennale di architettura di Venezia e tanti altri. Nel 2016 ha insegnato presso l’università di Ferrara, Bologna, Accademia di belle arti di Brera, e tenuto conferenze in molti altri dipartimenti italiani. Nel 2015 ha tenuto una lectio al teatro Manzoni di Pistoia per i Dialoghi sull’uomo dal titolo “Senza casa come accogliere i migranti”.

https://www.youtube.com/watch?v=VqrbLpDq2vM Nel 2015

ha realizzato una installazione e performance presso la galleria Lucie Fontaine dal titolo The Golden gate, in collaborazione con gli artisti Lupo Borgonovo e Lisa Rampilli. http://www.luciefontaine.com/de233.html

Nel 2015 ha partecipato a P:I:G:S Un progetto internazionale di cittadinanza attiva di in collaborazione con Fondazione Musica per Roma, Auditorium – Parco della Musica, Roma,MAAM – Museo dell’altro e dell’altrove di Metropoliz, Roma, Arts Santa Mònica, Ágora Juan Andrés, Casa de la Solidaritat, Llibreria Veusambveu, Reial Cercle Artístic, La Ravala, Barcellona, A.R.T.H.E.S.I.S. e Nosotros Social Centre, Atenee Università di Lisbona.

Nel 2015 e nel 2016 visitor professor presso IULM e Accademia di belle arti di Brera. Nel 2014 ha insegnato presso l’università di Urbino e presso La Sapienza di Roma.

Dal Gennaio 2014 al Gennaio 2016 vice-presidente dell’associazione degli editori indipendenti ODEI. Nel 2012-13 ha tenuto lezioni di antropologia culturale nei dipartimento di antropologia ed etnografia dell’Università degli studi di Genova Nel 2013 ha tenuto lezioni all’Università di Alicante e svolto il teacher workshop insieme ad altri antropologi, tra i quali Mbuyi Kabunda Badi e James C. Scott. http://www.antropologiapolitica.org/participantes.php

Dal 2004 al 2007 ha insegnato tra scuole elementari e superiori in Lombardia e Emilia Romagna Dal 2008 ad oggi ha presentato e introdotto vari testi in librerie e università collaborando con vari autori tra I quali: David Graeber, Marc Augè, Marco Aime, Franco La Cecla, Claudio Venza, Pino Cacucci, Paolo Rossi, Leonardo Lippolis, Carlo Cellamare, Tomas Ibanez, Eduardo Colombo.

Il suo percorso segue due linee di ricerca; una specifica su identità culturale, ibridazione e processi migratori e l’altra su relazioni di potere-dominio -autorità e studio etnografico di culture altreche vivono o hanno vissuto in società senza stato e con relazioni di potere orizzontali, il tutto sempre nel filone dell’antropologia politico-culturale.

LIBRI pubblicati

Abitare illegale. Etnografia del vivere ai margini in Occidente, Milieu, Milano, 2017.

I senza stato. Potere, economia e debito nelle società primitive, Bèbert, Bologna, 2015.

I Dannati della metropoli, etnografie migranti al confine della legalità, Milieu,Milano, 2014.

Le nostre braccia, meticciato e antropologia delle nuove schiavitù, Agenziax, Milano, 2011.

Arditi del popolo, La Fiaccola, Ragusa, 2007. Arditi del popolo terza e nuova edizione, Milieu, Milano, 2015.

Postfazione in; M. Castells, T. Ibanez, Dialogo su anarchia e libertà nell’era digitale, Elèuthera, 2014.

Prefazione in; P. Godard, Contro il lavoro, Elèuthera, 2011.

Introduzione e cura in: Aa.Vv., Re/search Milano. Mappa di una città a pezzi, Agenziax, 2015.

Capitolo dal titolo In ogni caso nesuna purezza in Exploit. Come rovesciare il mondo ad arte, Bordeaux edizioni, 2015.

Capitolo dal titolo Camminando nelle nostre città, in PIGS, Milieu edizioni, 2016.

Capitolo dal titolo Viale bligny 42 in Spazi d’eccezione, Milieu edizioni, 2016.