Una conversazione con BJÖRN LARSSON: bisogno di libertà

            AS. Vorrei concentrare la nostra conversazione su un suo lavoro particolare rispetto alle sue opere letterarie, ovvero sul testo “Bisogno di libertà”(Iperborea, 2009), un saggio molto interessante che ha stimolato su vari fronti le mie idee libertarie. Fin dalle prime pagine mette in chiaro che per essere realmente liberi dobbiamo…

Senza confini Una etnographic novel

    Senza confini è un progetto innovativo, una etnographic novel che unisce la ricerca antropologica con il racconto scritto e disegnato, che nasce dall’esigenza di dare uno sguardo nuovo alle storie del nomadismo contemporaneo. Francesca Cogni e Andrea Staid si sono incontrati con i loro due differenti approcci alla ricerca sociale e si sono…

Contro la gerarchia e il dominio a Settembre in libreria

  Dal 6 Settembre in libreria “contro la gerchia e il dominio” Prime presentazioni : Milano 12 Settembre con Leonardo Caffo alla Walden Milano in VIA VETERE 14 ore 19 Lecce    13 Settembre allo Spazio sociale Zei, Corte dei Chiaramonte, 73100 ore 21   Palermo 15 Ottobre con Matteo Meschiari Università degli studi di…

Sopravvivere a Sarajevo una conversazione con Bebert edizioni

Sopravvivere a Sarajevo è un bel libro di Bébert Edizioni (Bologna 2017, pp. 150, € 15,00), la traduzione italiana dell’opera The Art of Survival, una parte di un ampio progetto culturale del gruppo di artisti bosniaci FAMA Collection, teso a costruire una vastissima raccolta di fonti, testimonianze e documentazioni sull’assedio subito da Sarajevo tra il…

Senza chiedere il permesso

Dal Kurdistan alla Val di Susa, passando per le pagine di Zerocalcare. La storia e il pensiero di Ezel Alcu, attivista curda e rifugiata politica dal 2009, sono raccolte nel libro ‘Senza chiedere il permesso. Il mondobastardo’ (End edizioni) In 124 pagine si alternano brani in prosa, poesie e fotografie, immagini dal Kurdistan, da Torino…

Nuove istituzioni e corpi politici intervista a David Graeber

  intervista a David Graeber di Andrea Staid Questa è  un’intervista abbastanza datata, ma credo ancora interessante, l’ho fatta a David Graeber quando è stato in Italia a giugno 2012 per presentare il suo Critica della democrazia occidentale, edizioni Elèuthera e Debito, del Saggiatore. David Graeber è un antropologo e attivista del movimento libertario Usa, noto soprattutto per la sua partecipazione…

L’enigma del lago rosso Frank Westerman

  Leggendo questo libro una certezza prende sempre più forma, nel mondo ci sono uomini di serie A e uomini di serie B. La storia dell’Africa moderna e contemporanea è una storia di invasioni e soprusi, di colonialismo e spartizioni, guerre e politiche di rapina. Abbiamo distrutto un intero continente e le politiche anti accoglienza…

L’immaginazione contro la tecnologia

  Una mia conversazione con il filosofo Devis Colombo su Günther Anders Filosofo e attivista, marito di Hannah Arendt, autore di stimolanti favole filosofiche, Günther Anders è una figura da conoscere meglio. Ne è appena uscito un libro. Ne parliamo con il curatore.     Prima di cominciare a parlare nello specifico di una tua curatela …

L’eredità di Ivan Illich

Ivan Illich e la sua eredità  è una piccola miniera per la comprensione del contemporaneo. Franco La Cecla ci prende per mano e parlando della sua esperienza a volte anche intima con Ivan Illich ci racconta i temi fondamentali che questo pensatore eretico ha affrontato nel corso della sua vita. Oggi sono in molti a…

Lo sfruttamento dei Migranti

  Migranti, immigrati, stranieri, clandestini, rifugiati, richiedenti asilo, arabi, asiatici, africani, sudamericani… insomma Loro… e Noi. Noi abbiamo tanti pareri diversi su Loro, più o meno tante quante sono le forme del razzismo contemporaneo. Anche tra i benpensanti, tra quelli che magari con fare caritatevole cercano di dare sempre almeno un euro alla ragazza incinta…

Facciamo saltare il centro!

La fragile umanità verso il postumano contemporaneo Da qualche tempo ho scelto di vivere in una casa nei boschi liguri, una scelta legata alla convinzione che come animali umani abbiamo perso da troppo tempo il contatto con la natura, i suoi ritmi, i suoi esseri viventi, che la nostra società turbo capitalista ha reso invisibili….